Opus Dei. Bollettino RomanaBollettino della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei

english
| español | français | italiano    
Se desidera leggere la versione completa di "Romana",    
può abbonarsi alla sua edizione cartacea    
Home - Mappa del sito | Abbonamenti - Cerca Per ricevere le news


63 • Luglio - Dicembre 2016 • Pagina 363
 
 
 
 •  Iniziative
 

In breve

Montevideo
(Uruguay)

La Notte
della Carità


La «Notte della Carità» è un’attività stimolata dai liceali e dagli universitari che frequentano il Centro Studi Miradores (Uruguay). Consiste nella raccolta di cibo non deperibile, che poi, una volta al mese, viene distribuito fra le persone senza tetto che dormono per le strade di Montevideo. Costituisce anche un’occasione per intavolare una relazione con queste persone, conoscere il dramma di ciascuno e trasmettere loro parole di incoraggiamento e di consiglio.

Polonia
Alcune attività
di Harambee


Harambee-Polska ha presentato a Roma il progetto Leczymy z misjq: «Curiamo con spirito di missione», una iniziativa di volontariato rivolta agli studenti di Medicina. Seguendo questo programma, un gruppo di 18 studenti ha raccolto e inviato in Africa più di undici tonnellate di attrezzature ospedaliere: letti per partorienti, apparati per compiere ecografie, apparecchi per la sterilizzazione di materiale medico, ecc., oltre a più di mille paia di scarpe per bambini di un orfanotrofio. Gli studenti si sono recati nel continente africano per collaborare con tre ospedali missionari e un orfanotrofio. Hanno organizzato corsi sanitari, hanno collaborato al servizio medico e, nei casi più difficili, hanno consultato alcuni dottori specialisti in Polonia. Harambee-Polska si è occupato anche del finanziamento di una pompa per l’acqua di un ospedale.

San Paolo
(Brasile)

Nell’Anno
della Misericordia


«L’amore, dopo tutto, non potrà mai essere una parola astratta. Per sua stessa natura è vita concreta: intenzioni, atteggiamenti, comportamenti...». Queste e altre parole di Papa Francesco sono servite da stimolo perché i giovani che ricevono formazione spirituale nei centri della Prelatura a San Paolo (Brasile) avviassero alcune iniziative di servizio al prossimo durante l’intero Anno della Misericordia: visite regolari negli ospedali per dare affetto e prestare qualche piccolo servizio ai malati; risposte a crisi umanitarie, come il lavoro di un gruppo di volontari che si è trasferito in una città dell’interno del Paese per collaborare alla riparazione di alcuni edifici che avevano subito danni materiali provocati da un violento temporale; sessioni di studio sulle opere di misericordia; ecc.

Bogotà
(Colombia)

La mia casa,
un’oasi di pace


Durante il mese di settembre l’Istituto della Famiglia dell’Università di La Sabana (Colombia) ha organizzato a Bogotà l’VIII Congresso Internazionale della Famiglia: La mia casa, un’oasi di pace. L’obiettivo del congresso era quello di riflettere sui pilastri che permettono una convivenza armonica e pacifica all’interno delle famiglie e di condividere esperienze tendenti a risolvere i conflitti in famiglia nei diversi scenari della vita quotidiana. Hanno partecipato più di 650 persone.

Roma (Italia)
L’escatologia:
analisi
e prospettive


In collaborazione con la Fondazione Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, la Pontificia Università della Santa Croce ha organizzato a Roma, dal 24 al 26 novembre, il simposio internazionale «L’escatologia, analisi e prospettive». Ha inaugurato le sessioni il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi.
Il giorno 24 hanno avuto luogo le conferenze dei professori Paul O’Callaghan, Thoma Söding, Romano Penna e del rabbino di Roma, Riccardo Di Segni. Inoltre, un workskop sulle prospettive escatologiche nel giudaismo ha visto, accanto al rabbino di Genova, Giuseppe Momigliano, il professor Moshe Idel, della Hebrew University di Gerusalemme.
La giornata di venerdì 25 si è aperta con una relazione del cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani. Successivamente hanno esposto le loro tesi i professori Bernardo Estrada e Maurizio Marcheselli sulla escatologia nei Vangeli di san Luca e di san Giovanni. Da parte loro, i professori Santiago del Cura, Riccardo Battocchio e Robert Wozniak hanno animato un seminario sulla escatologia nei programmi di studio di teologia.
Il 26 novembre, nella Sala Clementina del Vaticano, Papa Francesco ha conferito il premio Ratzinger ai ricercatori Inos Biffi e Ioannis Kouremples.

Madiun
(Indonesia)

Campo di lavoro

Nell’ambito dell’Anno della Misericordia, alcuni universitari giapponesi di Seido Cultural Center (Ashiya) e Yoshida Student Center (Kyoto), insieme a studenti indonesiani di Griya Semeru Study Center (Surabaya), hanno partecipato, durante il mese di agosto, a un campo di lavoro a Madiun (Indonesia). Il lavoro è consistito nel compiere opere di restauro in un paio di aule e nella costruzione di un serbatoio settico in Santo Realino, una scuola secondaria, di iniziativa privata, annessa alla parrocchia cattolica locale. I partecipanti hanno organizzato sessioni di formazione cristiana e attività ricreative per i bambini e i giovani del paese. Al ritorno, alcuni partecipanti hanno creato un comitato per cominciare a preparare l’attività sociale del prossimo anno.

Montevideo
(Uruguay)

Mons. Sturla
visita il CADI


Venerdì 4 novembre il cardinale e arcivescovo di Montevideo, Mons. Daniel Sturla, ha visitato il Centro di Sostegno allo Sviluppo Integrale (CADI), una istituzione che promuove lo sviluppo sociale in un quartiere della periferia di Montevideo (Uruguay). Il cardinale ha visitato gli impianti della Scuola Los Rosales (uno dei programmi in cui è impegnato il CADI), ha conversato con le alunne e ha pregato con loro per i malati. Inoltre Mons. Sturla ha celebrato una Messa alla quale hanno assistito i dipendenti del Centro.

Valencia (Spagna)
“Viva la vita”

La parrocchia di San Josemaría Escrivá di Valencia (Spagna) ha organizzato, dal 17 al 23 ottobre, una settimana a favore della vita. Fra le altre attività, è stato proiettato il film «Ai più piccoli», seguito poi da una tavola rotonda con Pablo Siegrist, direttore della delegazione spagnola della Fondazione Jérôme Lejeune, Julio Tudela, direttore del master di Bioetica dell’Università Cattolica di Valencia, e Patricia Lorenzo, presidente della Fondazione Red Madre.
Mercoledì 19 ha avuto luogo la prima conferenza del «Corso di abilitazione alla difesa della vita». Ana Capa, professoressa dell’Istituto Giovanni Paolo II e Master in Bioetica, ha assunto l’incarico di svolgere la sessione dal titolo «Dignità umana e vita prenatale».
Venerdì 21 una tavola rotonda sull’eutanasia ha visto riuniti María Victoria Espinar, medico internista dell’Unità di Cure Palliative dell’Ospedale Dottor Moliner, Elena de Paz, infermiera dell’Unità di Cure Intensive dell’Ospedale Universitario Dottor Peset, e Don Jaime Vilarroig, professore di Bioetica e Antropologia nella Facoltà di Medicina e Infermeria dell’Università CEU Cardinal Herrera.
Domenica 23 è stata celebrata l’Eucaristia per i partecipanti, preceduta dalla recita di un Rosario per la vita; è stata anche presentata la «preghiera per la vita, vincitrice del concorso infantile indetto dalla parrocchia». Durante tutta la settimana sono stati raccolti alcuni prodotti destinati ai neonati, successivamente distribuiti a varie associazioni solidali.

Nairobi (Kenya)
Community
Outreach Program


Gli studenti di Strathmore University (Kenya) hanno partecipato a una nuova edizione del Community Outreach Program, un progetto educativo destinato ai detenuti del carcere Naivasha Main. Gli universitari hanno donato materiale scolastico e hanno organizzato corsi di contabilità che possano favorire il reinserimento sociale dei detenuti stessi. Più di 1.500 studenti hanno collaborato a questa attività. Secondo il direttore del carcere, Bonaventure Mukhwana Mutali, i suoi frutti «sono un contributo attivo allo sradicamento dell’analfabetismo e della criminalità nel Paese».

Guadalajara
(Messico)

Conoscere
per amare


Dal 15 al 17 dicembre l’Università Panamericana (campus Guadalajara) (Messico) ha ospitato il Seminario Internazionale di Pedagogia nella Fede. Mediante una serie di sessioni teorico-pratiche e di alcune attività di laboratorio, diversi esperti dell’educazione, cappellani, incaricati della pastorale e catechiste di oltre dieci Paesi hanno approfondito il tema dell’orientamento pedagogico e della didattica delle materie religiose. Si è discusso ampiamente intorno al legame tra la conoscenza teologica e la pratica educativa, dentro e fuori l’aula, attraverso i diversi agenti educativi e si sono affinate le strategie pedagogiche pratiche orientate alla trasmissione della fede.

Kumamoto
(Giappone)

Dopo un terremoto

Nel mese di settembre un gruppo di universitari giapponesi che frequentano le attività di Seido Cultural Center e di Yoshida Student Center si è recato a Kumamoto, una città del Sud del Giappone colpita cinque mesi prima da un grande terremoto. I partecipanti hanno lavorato, in cooperazione con le autorità locali e altre persone venute da tutto il Paese, per rivitalizzare le zone colpite. Malgrado fosse passato del tempo dal momento del disastro naturale, erano ancora evidenti le tracce lasciate dal terremoto e le necessità di tante persone. Oltre al lavoro di volontariato, i presenti che lo desideravano hanno potuto ricevere alcune conversazioni di formazione umana e cristiana.


Archivio
 Archivio
Stampa questa pagina 
Dowload Palm version 
Segnala questa pagina ad un amico  
Link utili
Sito della Santa Sede
Opus Dei
Scritti del Fondatore dell'Opus Dei
Josemaría Escrivá Fondatore dell'Opus Dei
 
 
 
Romana - Bollettino della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei
Redazione: V.le Bruno Buozzi 73 - 00197 Roma | redazione@romana.org
Amministrazione: it@romana.org
© romana.org · Aviso legal · Política de privacidad y cookies