envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

L’Università dell’Asia e del Pacifico

L’Università dell’Asia e del Pacifico è nata il 26 giugno 1995, quando il Ministero della Cultura, Educazione e Sport delle Filippine ha concesso al Center for Research and Communication (CRC) lo statuto di Università. Arrivava così al suo pieno sviluppo un seme gettato trent’anni prima.

Nel 1968, Bernardo M. Villegas e Jesus P. Estanislao, due giovani economisti filippini formati a Harvard, avevano fondato a Manila un “think-tank” (centro di ricerca), il Center for Research and Communication. Il CRC, del cui orientamento cristiano si occupa la Prelatura dell’Opus Dei, ha iniziato le attività in una vecchia casa del distretto di Malate. Ma nella mente dei promotori era chiaro, fin dal primo momento, che era necessario andare oltre gli ambiti iniziali dell’economia e degli affari, superando anche l’orizzonte semplicemente nazionale.

Passo dopo passo, con ampi orizzonti

Tutto questo si era trasformato in una sfida, quando il Beato Josemaría, in una riunione a Città del Messico, aveva incoraggiato Jesus P. Estanislao ad estendere il lavoro del CRC «oltre le Filippine». Le parole del Beato Josemaría incoraggiarono tutti quelli che lavoravano nel CRC, i quali si diedero subito da fare per trasformarlo in Università. Quell’anno fu presentato il primo programma, il Master di Scienza dell’Economia Industriale. Nel 1982, i programmi erano diventati tre e il Centro si era trasferito in un nuovo edificio di proprietà situato nel distretto commerciale di Ortigas.

Era stata percorsa molta strada dal 1968, ma le attività del Centro si mantenevano focalizzate sull’economia e gli affari. Nel 1987, durante una visita al CRC, Mons. Álvaro del Portillo, Prelato dell’Opus Dei, espresse il desiderio di vedere il lavoro dell’istituzione esteso ad altri settori: nuovo stimolo e nuova sfida. Due anni più tardi, nel 1989, è nato il College of Arts and Sciences (CAS), prima proposta di educazione universitaria nell’ambito del CRC.

Da “think-tank” a Università

Nel 1993, il CRC ha sollecitato lo statuto di università. In quello stesso anno nascevano la Scuola di Economia (SEC), la Scuola di Educazione (SED) e il Centro per la Direzione di Imprese (SMN), che avrebbe iniziato la sua attività tre anni dopo.

Nel 1994, il CRC ha istituito l’Istituto di Tecnici Sanitari (IND), in risposta alla richiesta di programmi per diplomati in scienze infermieristiche, dato che una legge del 1992 esigeva il titolo di Master a tutto il personale docente delle Facoltà di Tecnici Sanitari. Il programma Master dedica particolare attenzione ai principi della bioetica e all’applicazione dei valori umani nella cura degli ammalati.
Il 26 giugno 1995 è stato firmato il documento che trasformava il CRC nell’Università dell’Asia e del Pacifico (UA&P;) e il 15 agosto, due mesi dopo, la UA&P; è stata riconosciuta formalmente come Università.

Il primo Presidente dell’UA&P; è stato Jesus P. Estanislao. L’Università ha concesso inoltre il titolo onorario di Gran Cancelliere all’allora Vicario regionale dell’Opus Dei nelle Filippine, Mons. Ramón López. Nel novembre del 1997, Mario D. Camacho ha sostituito nella presidenza dell’Università il Prof. Estanislao.

Cifre e dati

Oggi l’Università ha 1.650 studenti e 200 docenti.

Il Programma Accademico universitario della UA&P; dura cinque anni: tre di formazione generale e due di studi specializzati. Al termine si consegue il titolo di Master nei diversi settori che l’Università offre agli studenti: economia, educazione, direzione aziendale, comunicazione, tecnologia dell’informazione oppure filosofia, scienze politiche ed economia politica.

Nel 1997 è stata ultimata la costruzione dell’”APEC Communications Building” (ACB) dell’Università, così chiamato perché l’inaugurazione ha coinciso con la celebrazione a Manila, del vertice dell’Associazione delle Nazioni del Pacifico (APEC). È aumentato considerevolmente il numero delle aule e delle sale per seminari per gli studenti universitari del CAS; l’edificio ospita anche diverse Scuole per diplomandi: SEC, SED, SMN: l’ACB è il quarto edificio nel campus attuale; gli altri tre sono: l’Edificio dell’Amministrazione e Biblioteca (ALB) o Edificio Centrale, l’Edificio del College di Arti e Scienze (CAS) e il Dizon Communication Building (DCB).

La cura di tutte le dimensioni

L’obiettivo principale del CRC era dare una risposta ad un forte bisogno della società filippina: promuovere un’interazione costruttiva tra il settore privato e il governo, nel campo dell’economia e degli affari, attraverso la ricerca e riunioni d’informazione, conferenze e attività simili, e ottenere lo sviluppo di una prospettiva cristiana nel comportamento delle persone e istituzioni implicate nel settore imprenditoriale ed economico. Questi obiettivi si stanno estendendo: i piani di studio degli universitari e diplomandi, per esempio, trasmettono una visione cristiana della vita nel mondo moderno, forniscono dati di riflessione, e danno agli studenti la possibilità di formarsi per essere non solo professionisti competenti, ma persone che curano tutte le dimensioni morali del retto agire umano.

I programmi “Hallmark”

L’Università ha istituzionalizzato tre Programmi, gli “Hallmark Programs”, che centrano gli obiettivi dell’UA&P.; Il programma di Ricerca e Comunicazione ribadisce l’impegno preso dall’UA&P; di far avanzare “le frontiere della conoscenza” per mezzo di un insegnamento sostenuto dalla ricerca. Per la sua origine come “think-tank” l’UA&P; occupa un ruolo speciale nella storia delle istituzioni economiche delle Filippine. È stato ed è portatore di idee nelle sfere politiche, sociali, economiche ed imprenditoriali, e lo sviluppo della sua dimensione accademica non gli ha impedito di continuare ad offrire la sua analisi economica alle imprese, soprattutto nell’area della pianificazione.

Il Programma di Educazione dei Valori della UA&P; propone una cultura di eccellenza attraverso la promozione dei valori e dell’etica nel settore educativo. Il Ministero dell’Educazione appoggia il Programma che è mantenuto da organizzazioni di settore del commercio. L’università promuove i “Memorial Funds”, fondi concessi da persone o istituzioni che permettono alla Scuola di Educazione di offrire borse di Studio a insegnanti di tutto il paese perché ne seguano il Programma.

Il Programma di Sviluppo della Persona è un lavoro di cooperazione universitaria realizzata in collaborazione con alcune ONG. Per mezzo di questo programma, gli studenti universitari della UA&P; assistono persone bisognose oppure partecipano a progetti di servizio sociale.

Questi programmi sono stati inclusi nel Calendario Istituzionale che ogni anno mette in rilievo un determinato programma “Hallmark”.

Reti aperte

L’Università lavora in stretta collaborazione con altre istituzioni che hanno le stesse aspirazioni e mete. Le cosiddette “Open Net-works” servono a diffondere sempre di più il lavoro di ricerca, i contenuti dell’insegnamento, i programmi di estensione della UA&P.; In molti casi confermano il carattere “Asia-Pacifico” dell’Università. Sotto il nome di “Civitas Asia”, la UA&P; raggruppa iniziative del personale docente dell’Università e degli studenti per aiutare i colleghi delle Filippine e del Sud-Est asiatico, in vari Paesi APEC. Si sono così aperti itinerari di dialogo, di apprendistato mutuo e di cooperazione per costruire comunità nella regione Asia-Pacifico.

La UA&P; ha stabilito anche i Programmi “Cultura Nazionale di Eccellenza” per consolidare i valori umani e cristiani nella cultura delle scuole pubbliche filippine e “Compagni nell’Educazione” per dare a istituzioni e singole persone un’ampia scelta di possibilità di lavorare con la UA&P; nella formazione costante dei professionisti.

Inoltre l’Università organizza e patrocina seminari che affrontano i temi più svariati, dall’economia all’agricoltura, dalla comunicazione alla tecnologia dell’informazione, dall’educazione alla religione.

L’Università ha in programma l’apertura, nei prossimi anni, delle Scuole di Comunicazione, Tecnologia dell’Informazione, Imprese Agricole, Scienze dell’Alimentazione e Scuola Alberghiera, Diritto e Amministrazione Pubblica, e Scienze Sanitarie.

Jason de Villa

Romana, Nº 27, Luglio-Dicembre 1998, p. 302-304.

Invia ad un amicoInvia ad un amico