envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Inizio del lavoro apostolico della Prelatura in forma stabile nella Repubblica Sudafricana

Dal 3 al 9 dicembre 1998, quattro fedeli laici e due sacerdoti della Prelatura si sono riuniti presso la sede della Curia prelatizia dell’Opus Dei a Roma; i quattro laici erano rispettivamente: due giovani professionisti nigeriani, un fisico brasiliano ed un filologo spagnolo. Si erano recati a Roma per ricevere dal prelato dell’Opus Dei, Mons. Javier Echevarría, qualche orientamento pastorale in preparazione all’inizio del lavoro apostolico stabile nella Repubblica Sudafricana.

Paese ricco di svariate culture, il Sudafrica si è guadagnato il nome di the rainbow country (paese dell’arcobaleno), proprio grazie alla grande varietà dei suoi abitanti e delle loro tradizioni, oltre alle meraviglie naturali dei paesaggi e della fauna. Il paese si estende per 1.219.090 kmq e la popolazione è di 42 milioni di abitanti, dei quali l’8,8% sono cattolici. L’etnia maggioritaria è rappresentata dagli Nguni, che costituiscono i due terzi della popolazione; gli altri abitanti sono: indios, afrikaners e discendenti degli immigrati da diversi paesi di lingua inglese.

Durante il Concilio Vaticano II, il Cardinale Owen McCann, Arcivescovo di Città del Capo, scrisse al Beato Josemaría Escrivá per chiedere che l’Opus Dei iniziasse le sue attività in Sudafrica. In quegli anni, però, non fu possibile assecondare la sua richiesta.

Negli ultimi cinque anni, alcuni fedeli della prelatura si sono trasferiti in Sudafrica per motivi professionali e per questo motivo altri fedeli dell’Opus Dei del Kenia hanno organizzato dei viaggi, a cadenza mensile, per offrire le attività di formazione spirituale e dottrinale sia per le persone della Prelatura che per i loro amici. Col passare del tempo sono stati i fedeli della Prelatura in Nigeria ad occuparsi di questi viaggi. In quel periodo esisteva già un gruppo di persone interessate a vivere lo spirito dell’Opus Dei e si trattava di gente residente a Città del Capo e nella provincia di Gauteng, le cui due principali città sono Johannesburg e Pretoria.

Nel marzo del 1998 il Vescovo di Johannesburg, Mons. Reginald Orsmond, ha scritto una lettera per invitare la prelatura dell’Opus Dei ad iniziare le attività in forma stabile nella sua diocesi. Il 10 dicembre 1998, festa della Madonna di Loreto, quattro fedeli della Prelatura — gli altri due sarebbero arrivati in seguito — atterravano all’aeroporto internazionale di Johannesburg. L’indomani si recavano a far visita al Vescovo di Johannesburg e all’Arcivescovo di Pretoria, oltre che al Nunzio Apostolico.

Il primo tabernacolo della Prelatura in Sudafrica è stato inaugurato il giorno 16 dicembre 1998.

Romana, Nº 28, Gennaio-Giugno 1999, p. 125.

Invia ad un amicoInvia ad un amico