envelope-oenvelopebookscartsearchmenu

Quinto anniversario della morte di S.E.R. Mons. Álvaro del Portillo

In numerose città di tutto il mondo sono state celebrate delle Messe in suffragio per l’anima di Monsignor Álvaro del Portillo in occasione del quinto anniversario della sua morte. Hanno assistito alle celebrazioni fedeli della Prelatura e molte altre persone che hanno voluto ricordare, in segno di riconoscenza, l’amabile figura del primo successore del fondatore dell’Opus Dei.

A San Juan de Puerto Rico l’Arcivescovo, Cardinale Luis Aponte Martínez, ha presieduto la solenne concelebrazione. Prima di terminare la cerimonia il Cardinale ha detto, tra l’altro: «Il Signore ha voluto prepararci degli ottimi compagni di strada per terminare questo secolo. Un secolo che si chiude così non può terminare tragicamente, ma deve terminare con la gloria di Dio (...). Chiediamo a questi due grandi santi, tanto al Beato Josemaría come al futuro, mi auguro, beato D. Álvaro del Portillo, che ci accompagnino in maniera speciale per assistere la Chiesa in questo passaggio».
In alcuni dei paesi dove l’attività apostolica dell’Opus Dei era stata avviata dietro l’impulso diretto, la preghiera e le premure di Mons. Álvaro del Portillo, come il Congo ed il Nicaragua, nelle omelie è stato fatto cenno alla speciale riconoscenza verso il primo successore del Fondatore dell’ Opus Dei. Nella capitale del Congo oltre un migliaio di persone riempiva la cattedrale di Notre Dame. Il coro universitario del campus di Kinshasa ha accompagnato la concelebrazione presieduta da Mons. Xavier Hervás, Vicario del Prelato in questo paese, alla quale ha preso parte, tra gli altri, anche Mons. Daniel Nlandu, Vicario generale dell’ Arcidiocesi di Kinshasa.

Romana, Nº 28, Gennaio-Giugno 1999, p. 123.

Invia ad un amicoInvia ad un amico